BlogItaliano

La Pasqua in Italia

No Comments
0

Ciao! Il nostro amico Albo di ITALIamo ha scritto un articolo sulla Pasqua. Tutti voi sapete che Ostern si dice Pasqua in italiano… ma il resto? Impariamo insieme un po’ di lessico sulla Pasqua in italiano. Alla fine trovate anche il materiale da scaricare con gli esercizi!

Una festa religiosa

Si sa, la Pasqua non è una festa bella e allegra come il Natale: un po’ perché ci sono meno giorni di pausa da scuola o dal lavoro, un po’ perché manca l’atmosfera calda e accogliente dell’Avvento nei giorni che la precedono.
In particolare nelle aree di campagna, la Pasqua resta principalmente una festa religiosa, preceduta da due momenti importanti:

  • la Domenica delle Palme, quando si fa benedire un ramo di ulivo da tenere nella propria casa;
  • la processione della Via Crucis, dove si rivedono le fasi che hanno portato alla crocifissione di Gesù.

Personalmente, l’unico ricordo positivo che ho della Pasqua religiosa è la lettura del Passio, che per me era come uno spettacolo teatrale, con tante persone che raccontavano con grande emozione il processo contro Gesù.
Sottolineo ‘personalmente’, perché in italiano esiste l’espressione idiomatica “essere lungo come il passio“, per definire qualcosa di particolarmente lungo e noioso.
Ad ogni modo, grazie all’influenza della cultura anglosassone e tedesca, anche in Italia sono arrivate alcune tradizioni che rendono la Pasqua più allegra: adesso è abbastanza normale fare una caccia alle uova con i bambini o decorare la casa con uova colorate e conigli, ma non è sempre stato così.

Traduzione

You know, Easter is not a beautiful and cheerful holiday like Christmas: partly because there are fewer days off from school or work, partly because there isn’t the warm and welcoming atmosphere of Advent in the days before it. Especially in the country areas, Easter remains mainly a religious holiday, preceded by two important moments:
– Palm Sunday, when you have the olive branch to keep in your home blessed;
– the procession of the Stations of the Cross, where the stages that led to the crucifixion of Jesus are repeated.
Personally, the only positive memory I have of religious Easter is the reading of the Passio, which for me was like a play, with many people telling with great emotion the trial against Jesus. I stress ‘personally’, because in Italian there is the idiomatic expression essere lungo come il passio (to be as long as the Passio), to define something particularly long and boring.
Anyway, thanks to the influence of Anglo-Saxon and German culture, also in Italy some traditions have arrived that make Easter more cheerful: now it is quite normal to have an egg hunt with children or decorate the house with colorful eggs and bunnies, but it was not always so.

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi

Una grande differenza tra Natale e Pasqua è il fatto che la Pasqua si svolge in primavera, quando fa più caldo (in Italia ancora di più che a nord delle Alpi). E cosa fa la gente quando fa più caldo? Esce fuori di casa!
È abbastanza comune festeggiare la Pasqua lontano da casa o dalla famiglia. In italiano, non a caso, si dice “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, dove ‘i tuoi’ sono la propria famiglia e i propri parenti. Questo è ancora più comune il giorno di Pasquetta, cioè il lunedì dopo Pasqua, quando gruppi di amici vanno a fare dei picnic o delle grigliate di carne nelle campagne vicino a casa.
Nella mia regione, in Friuli, è frequente fare i picnic  in grava , cioè sulle golene di ghiaia dei fiumi di montagna, ma ogni regione ha sicuramente i suoi “luoghi ideali per Pasquetta”.

Traduzione

A big difference between Christmas and Easter is the fact that Easter takes place in spring, when it is warmer (in Italy even more than north of the Alps). And what do people do when it’s warmer? They go out of the house!
It is quite common to celebrate Easter away from home or from the family. In Italian, not by chance, it is said Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi (Christmas with your family, Easter with whomever you want). This is even more common on Easter Monday , when groups of friends go for picnics or barbecues in the countryside near home.
In my region, in Friuli, it is frequent to have picnics in grava, that is on the gravel floodplains of mountain rivers, but every region has its “ideal places for Easter Monday”.

LE GRAVE
The friulian grave are the floodplains of mountain rivers and very often have stony soil

Cosa si mangia a Pasqua?

In tutto questo, non ho ancora parlato di cibo: cosa si mangia a Pasqua? Ogni regione e ogni famiglia ha delle tradizioni personali, ma una preparazione simbolica di questa festa è la Torta Pasqualina, cioè una torta salata con uova e spinaci. Per legame con la tradizione religiosa, è comune mangiare la carne di agnello, anche se, grazie ai movimenti animalisti, il consumo è fortemente diminuito. Infine, oltre alle commerciali uova di cioccolato, il dolce tradizionale è la colomba, cioè una specie di panettone a forma di… colomba, cioè l’uccello simbolo della pace.

Traduzione
In all this, I haven’t talked about food yet: what do one eat at Easter? Every region and every family has its own traditions, but a symbolic preparation of this holiday is the Torta Pasqualina, a savory tart with eggs and spinach. Due to the religious tradition, it is common to eat lamb meat, even if, thanks to the animalist movements, the consumption has strongly decreased. Finally, in addition to the commercial chocolate eggs, the traditional dessert is the colomba, that is a kind of panettone in the shape of … a dove, the bird symbol of peace.

Quest’anno, con il Coronavirus, la Pasqua forse avrà un sapore un po’ diverso, ma auguro a tutti una giornata serena!

Buona Pasqua!

Material to download

Fonti immagini: primapagina, wikipedia, wallpapersafari

0
Vocaboli
Il corso
Storie
Materiale
Blog
March 19th is Father’s Day in Italy: Origin and recipe of the day

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Fill out this field
Fill out this field
Please enter a valid email address.

Altri articoli

EKORRE